Università del Salento

Collegamenti ai contenuti della pagina:
unisalento-theme-il-contenuto-pagina
Il menu di navigazione
Motore di ricerca
Area Riservata
Accessibilità






unisalento-theme-contenuto-della-pagina [Inizio pagina]

Tutorato - Docente tutor

 REGOLAMENTO DEL TUTORATO

(approvato dal Senato Accademico in data 14.5.1998)

 
ART. 1 – FINALITA’ GENERALI E COMPETENZE

Il tutorato è finalizzato ad orientare e guidare lo studente nell’intero percorso formativo e a favorirne la formazione scientifica e professionale.

La responsabilità del tutorato ai sensi dell’art. 13 della legge n. 341/90 è dei consigli delle strutture didattiche..

I servizi di tutorato sono di competenza dei relativi Consigli che ne stabiliscono le modalità concrete di svolgimento.

 
ART. 2 – MODALITA’ DEL TUTORATO

Per tutte le necessità di tipo didattico il tutorato viene svolto tramite un rapporto diretto e continuativo tra lo studente ed il docente, dal momento dell’immatricolazione al compimento della tesi di laurea.

Qualora particolari condizioni lo richiedano, il tutorato può essere svolto anche sotto forma di servizi collettivi.

Tali servizi devono assicurare informazioni in materia di: orientamento d’ingresso (profilo didattico dei corsi di studio); orientamento per la formulazione del piano di studio; orientamento per la scelta della tesi di laurea.

È inoltre compito dei tutori e degli organismi di tutorato farsi carico di recepire e di rappresentare le istanze mirate al miglioramento dei servizi didattici.

 

Regolamento di organizzazione e gestione dei tirocini formativi

e  di orientamento (approvato con D.R. n. 511)

                                               ………………………….
ARTICOLO 11                                                                                                              
(TUTOR DIDATTICO)
  1. lI tutor didattico è un docente (professore, ricercatore) dell’Università del Salento.

2. lI compito del tutor didattico consiste nel verificare il conseguimento degli obiettivi fissati nel progetto formativo e collaborare con il tutor aziendale per il miglior esito dell’esperienza del tirocinio.

3. Il tutor didattico deve essere disposto a colloqui periodici con il tirocinante per discutere di eventuali problematiche o vari aspetti riguardanti il tirocinio.

 4. La figura del Tutor è contemplata nel Regolamento di cui si è dotato ogni Corso di Studio